Archivi categoria: Coordinamento Provinciale

Gabriele Scaramuzza: “Piano Socio Sanitario. Il grande incompiuto”

Scaramuzza GabrielePIANO SOCIO SANITARIO pdf

Corriere del Veneto – 7 gennaio 2014
Piano Socio Sanitario. Il grande incompiuto.
Appello alla politica

Recentemente le diverse associazioni di rappresentanza delle professioni mediche hanno lanciato, con un manifesto pubblico, un segnale di allarme per il sistema sanitario Veneto.
Sbaglierebbe la politica a disinteressarsi a quanto denunciato in questo appello, perché la garanzia dei livelli di assistenza sanitari e sociosanitari è uno dei presupposti fondamentali per la tenuta di una società, per dare risposta alla domanda di salute delle popolazioni.
Sbaglierebbe soprattutto il centrosinistra a gioire di tutto ciò pensando che chi ha fatto le scelte fondamentali di programmazione sociosanitaria appartiene all’altro campo, e non facendo invece uno sforzo straordinario per riportare al centro del proprio progetto per il Veneto la necessità di scelte forti per dare continuità al sistema sanitario regionale, correggerne le storture, salvaguardarne le eccellenze.

Continua la lettura di Gabriele Scaramuzza: “Piano Socio Sanitario. Il grande incompiuto”

Primarie domenica 30 Novembre: provincia di Venezia, i seggi

Seggi Primarie Candidato Centrosinistra a Presidente Regione Veneto   pdf

Dove si vota

seggi Primarie 30 novembre - provincia di Venezia
Clicca sull’immagine per ingrandire

Come si vota

Come si vota - Primarie 30 Novembre 2014
Clicca sull’immagine per ingrandire

 

I candidati del PD

Alessandra MORETTI pdf (http://www.alessandramoretti.it/)

Simonetta RUBINATO pdf (http://www.simonettarubinato.it/)

Lo spot video

Cardiochirurgia Mirano: vietato dare i numeri sbagliati!

Comunicato Stampa

Bruno Pigozzo e Lucio Tiozzo Consiglieri regionali PD
Gabriele Scaramuzza Responsabile Sanità PD Metropolitano VE

Gli articoli e soprattutto i titoli riportati oggi nel Gazzettino e nella Nuova Venezia relativi alla pericolosità dei ricoveri per infarto all’ospedale di Mirano sono completamente fuorvianti dalla realtà. Una lettura dei dati del tutto strumentale ed assurda che va smentita categoricamente. Un messaggio che rasenta la diffamazione, un approccio superficiale che rinnega palesemente quanto è stato costruito a Mirano in ambito cardiochirurgico negli anni e che ha fatto scuola in Veneto ed in Italia.

I dati AGENAS 2013 che si possono consultare dal sito ‘Programma Nazionale Esiti PNE edizione 2014’ dicono questo:

  • Ospedale Mirano: Mortalità infarto entro 30 gg 14.9%. Per confronto, la mortalità all’Angelo di Mestre è del 16.1% e il Sant’Antonio a Pd al 27% (media regionale 9.5%) (stessa variabile, stessa fonte).
  • A Mirano la mortalità dell’infarto trattato con angioplastica è del 5.8% ed è assolutamente nella media nazionale. La mortalità dell’infarto ad 1 anno (dati disponibili del 2012) è del 10.7%, assolutamente nella media nazionale.
  • A Mirano la percentuale di infarti trattati con angioplastica è del 83.6%. Primo posto nel Veneto e nei primi 10 ospedali dell’Italia. (Angelo 71.1%).
  • Anche il numero delle angioplastiche coronariche effettuate a Mirano è elevata (dati 2013: Mirano 888; Mestre 711). Fonte: www.gise.it

Continua la lettura di Cardiochirurgia Mirano: vietato dare i numeri sbagliati!

La sfida ai separatisti si vince attraverso il rilancio delle Autonomie Locali

Al Premier  Matteo  Renzi chiediamo di mettere in primo piano il rilancio delle Autonomie Locali / “Non sottovalutiamo il referendum e le istanze separatiste, ma rispondiamo subito con Federalismo e Costi Standard per ricucire il Paese”

In queMarco stradiottosti anni il Sistema delle Autonomie Locali, in particolar modo i Comuni, è stato costretto a caricare sulle proprie spalle buona parte del peso della crisi economica che ha investito, anche, il nostro Paese.

Oggi è assolutamente necessario ed urgente invertire la rotta se non vogliamo che tutto il “Sistema Paese” subisca un contraccolpo che, considerate le condizioni in cui versiamo, potrebbe essere pressoché impossibile da assorbire.

Per rilanciare il ruolo dell’Italia – anche in chiave internazionale ed in vista del Semestre di Presidenza dell’UE che si aprirà il prossimo luglio – è indispensabile mettere benzina nel motore del nostro Paese: i Comuni devono essere messi nelle condizioni di creare le condizioni di rilancio dei propri territori, non può più essere il tempo di tagli indiscriminati in nome di un pur necessario rigore finanziario.

Continua la lettura di La sfida ai separatisti si vince attraverso il rilancio delle Autonomie Locali